giovedì , 11 Agosto 2022
Home / News / Marius Ashblow @ ARS Art Space: Mostra a cura di Eva Amos

Marius Ashblow @ ARS Art Space: Mostra a cura di Eva Amos

Continua fino al 3 ottobre la mostra personale di “Ashblow for PAINT” a cura di Eva Amos per ARS Art Space, in via privata Bernabò Visconti a Milano. Canale Arte propone qui una serie di approfondimenti critico-teorici e creativi sui lavori “Girl in the Clouds”, “Time” e “Women Power”.

Marius Asblow e Eva Amos
Marius Asblow e Eva Amos

A seguire, tre testi interpretativi sul simbolismo dei lavori in mostra, archeologie della modernità, ludiche esperienze di modernariato digitale.

La città violenta, il grande ventre del progresso. Sotto un paesaggio tecnologico di cavi, impalcature, antenne paraboliche, monumentali architetture pre-indutriali in disuso, cova il seme del dissenso e la volontà di cambiamento. La Dea si erge ieratica, in affascinante simbiosi mimetica nell’ambiente circostante. Cieli plumbei fanno da sfondo alla sacralità dell’istante: l’attimo del risveglio è colto, il dado è tratto. Women Power: una nuova luce, possente e irradiante, entra in scena. Si prepara ad attraversare con consapevolezza il buio e metallico mondo contemporaneo.

Marius Ashblow, Girl in the Clouds
Marius Ashblow, Girl in the Clouds

Una finestra spalancata, un vetro rotto sull’abisso. Le nubi bianche e il celeste orizzonte sconfinato. Girl in the Clouds rappresenta lo slancio verso l’infinito, punto di rottura e valvola di sfogo di ogni situazione. Sfumature del segno stilizzato si accentuano di fronte al miracolo dell’illustrazione. Il movimento precede l’idea e l’opera si fa simbolo: tenera presa di coscienza di una sofferta e irripetibile rinascita.

Marius Ashblow
Ashblow

Time: timer puntato sull’esperienza trascendentale. Il momento si congela, talvolta si cancella, in correzione spaziale su scritta lineare. Gli orologi raccolgono i loro involucri in moto di rotazione e rivoluzione, per sincronia con l’universo. L’angolo conserva gli ovali della messinscena temporale. In parte, nel nugolo di plastiche interazioni concentriche, la tazza colma del mattino disegna i confini del giorno: da riconoscere, per gli spiriti stanziali, e da attraversare, per gli inquieti animi nomadi.

Marius Ashblow
Marius Ashblow

About Ivan Fassio

Poeta, scrittore, curatore d'arte contemporanea.

C'è anche questo...

The Concert di Latifa Echakhch – Il Padiglione Svizzero alla Biennale Arte 2022

The Concert dell’artista Latifa Echakhch è il titolo del Padiglione Svizzero curato da Alexandre Babel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi