lunedì , 19 novembre 2018
Home / News / Tatsuo Uemon Ikeda & Janet Park al MACRO ASILO

Tatsuo Uemon Ikeda & Janet Park al MACRO ASILO

The Butterfly Dream in the Web: Il sogno della farfalla nella ragnatela di Tatsuo Uemon Ikeda & Janet Park al Museo d’arte contemporanea Roma | MACRO ASILO il 16 Novembre 2018

Il fil rouge di lana e seta dell’istallazione di Uemon Ikeda nasce da una sua ideazione negli anni ’80 ed appartiene al vissuto dell’infanzia dell’artista.

L’istallazione temporanea e la performance dell’artista giapponese Uemon Ikeda e dell’americana Janet Park nel Il sogno della farfalla nella ragnatela sono intimamente legate dal concetto di libertà. Dedicata al connubio arte/danza la performance si svolgerà presso l’apposito palco allestito nel MACRO ASILO di Roma il prossimo 16 novembre, dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Il fil rouge di lana e seta dell’istallazione di Uemon Ikeda nasce da una sua ideazione negli anni ’80 ed appartiene al vissuto dell’infanzia dell’artista.
Durante il lavoro di annodamento dell’artista Ikeda la ballerina Janet Park prenderà la forma di una farfalla: la ragnatela intessuta da un ragno in una danza antica, memoria di un sogno ricorrente. Durante la performance gli astanti e i visitatori del Museo potranno interagire con l’installazione.

“Zhuāngzǐ, tradotto in lingua giapponese è Sōshi; nacque nel 369 a.C. e morì nel 286 a.C. circa, in Cina. È stato un filosofo ed esistenzialista mistico di allora, sapeva raccontare aneddoti simili a storielle, una specie di cantastorie della filosofia cinese.
Una di queste storielle è “The Butterfly Dream”, “Il sogno della farfalla”. 
Lui sognò di essere una farfalla nel sonno, e volava liberamente senza pensieri quotidiani, dopo un po’ si svegliò. Il sogno che aveva fatto lo angosciava e non voleva svegliarsi ed essere di nuovo Zhuāngzǐ gli veniva un dubbio che la farfalla che aveva sognato nel sonno, adesso sognasse di essere lui. Lui voleva svegliarsi ed essere la farfalla.
Cartesio: L’uomo non è che una canna, la più debole della natura, ma è una canna che pensa.
Invece di essere una canna pensante, sono una canna che sogna, canna sognante.
Vorrei raccontare con l’istallazione della ragnatela/web e la farfalla che danza lenta per svegliarsi nei nostri ricordi di infanzia comuni”. ©️2018 Uemon

BIO Uemon Ikeda

Uemon Ikeda è nato a Kobe, in Giappone, il 5 Aprile del 1952. Il suo percorso artistico ha inizio presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma, sua città di adozione e città dove vive e lavora. Si diploma nel 1977 coadiuvato dallo scultore Venanzio Crocetti. Ha esposto prevalentemente in gallerie di Roma e di Tokyo, e dal 1987 ad oggi è presente in significative rassegne internazionali di arte contemporanea, occasioni nelle quali ha potuto confrontarsi con altri artisti. Nel suo lavoro la forma espressiva viene declinata, a seconda della tematica trattata, in codici linguistici che oscillando dalla pittura all’architettura, dal disegno all’istallazione fino a giungere alla scrittura.

L’artista giapponese Uemon Ikeda

The Butterfly Dream in the Web
Il sogno della farfalla nella ragnatela

Tatsuo Uemon Ikeda & Janet Park

A cura di InEvoluzionet – Studio Marta Bianchi & Elena Francia Gabriele – EFG Art Ltd, London

Museo d’arte contemporanea Roma | MACRO ASILO
16 Novembre 2018, 16h – 18h
Via Nizza 138 – ROMA

Janet Park

About Beatrice Pagliani

Beatrice Pagliani
Curiosa e dinamica, appassionata d'arte e fotografia, amante del cinema e dei viaggi.

C'è anche questo...

10 mostre da vedere nel Regno Unito a novembre

Dalla piscina vuota simbolo della gentrificazione dell’East End londinese alla opere giganti e coloratissime di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi