domenica , 21 aprile 2019
Home / News / Leggere l'Arte / Post-It City di Ennio Onnis al Lombroso16 di Torino

Post-It City di Ennio Onnis al Lombroso16 di Torino

Ennio Onnis, Post-It City
Ennio Onnis, Post-It City

Stasera, martedì 26 marzo a partire dalle 18, Ennio Onnis, poeta e pittore, presenta il suo libro d’arte Post-It City. La Città Dentro, Raineri Vivaldelli editore, presso il Polo Culturale Lombroso16 / Biblioteca Ginzburg, via Lombroso 16 a Torino. Canale Arte presenta un testo critico-creativo dedicato alla raccolta di lavori e poesie dell’artista torinese.

Un giorno l’autore, trovandosi tra le mani un blocchetto di “Post-it” gialli, fu preso dall’intuizione di riversare nello spazio di quei fogliettini il volto, l’anima nera, per così dire, della Città. Alla fine raccolse un centinaio di foglietti colorati, a formare idealmente – vista e scrutata attraverso bislacchi scorci urbanistici, forme e inquietanti colori – questa sua “Post-it City”.

Dialoga con l’autore Adriana Ansaldi, Donne per la difesa della società civile. Ivo De Palma  leggerà alcune poesie dell’autore.  La pubblicazione contiene, oltre a un centinaio di riproduzioni della serie Post-It-City, una silloge di poesie dello stesso autore. In apertura, una poesia di Guido Ceronetti: L’Albero degli Stracci. Visioni di Ennio Onnis.

Un alfabeto si modula lentamente, nel lasso incalcolabile e indescrivibile della creazione di un segno. Si modula perché impara e insegna, oggettivato. Così nascono le cose. Appunti richiamano una forma; svetta il tratto o si adagia, corre veloce a marcare gli accenti, sfila da sé le necessità dell’espressione: le simpatie, i moti, le urgenze, le pause. Masse critiche convogliano verso orizzonti di riappacificazione, mentre il tempo sana le ferite. Una mole di lavoro, per campo lungo, in piano sequenza. Intanto, le fratture e le cicatrici mantengono memorie, saldandosi e trasformandosi. Qui giocano i propri ruoli tutti gli agenti: strade si srotolano, palazzi si animano, i ponti brontolano, le automobili mettono in riga ogni via di fuga. L’uomo, sognante terrorizzato, muto orante scandalizzato, trema vivace la sua vita. Fischietta, talvolta balbetta: A come arcata, E di elettricità, I per immobile e industria, O l’officina, U negli uffici, senza badare alle consonanti: l’esercito di labiali e palatali consolanti consolatorie. Post-it City, la metropoli provvisoria che ospita e garantisce i sogni e gli incubi di Ennio Onnis e di tutti noi, è diventata, per ora, un libro. Al lettore potrà sembrare una mappa sotterranea, una cartina di tornasole, il dizionario definitivo, l’abecedario del contemporaneo, studio antropologico, guida turistica al disagio della civiltà. È anche un pallottoliere, infine, per fare i conti con l’esistenza: senza viltà. Grazie all’editore Raineri Vivaldelli, Post-It City è uno strumento, ed è realtà. Presto, la incontremo nelle sale cinematografiche. Prima ancora, potrebbe concretizzarsi in striscia, fumetto, fotoromanzo, pubblicità!

Ennio Onnis
Ennio Onnis
cheap nike free run 5.0

About Ivan Fassio

Ivan Fassio
Poeta, scrittore, curatore d'arte contemporanea.

C'è anche questo...

AFTERMODERNISM alle Gallerie Mucciaccia di Roma |

Mucciaccia Contemporary AFTERMODERNISM. A Perspective on Contemporary Art. Chapter 1. James Busby – Justin Samson La Galleria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi