lunedì , 21 ottobre 2019
Home / News / Leggere l'Arte / Nomi Cose e Città da Berlino alla Cavallerizza Irreale

Nomi Cose e Città da Berlino alla Cavallerizza Irreale

Nomi Cose Città
Nomi Cose Città

Nomi-Cose-Città Exhibition Vol. II inaugura sabato 30 marzo a partire dalle 18 presso le stanze di Spazio Parentesi in Cavallerizza Irreale, via Verdi, 9 a Torino. Fotografie di Francesca Martorelli, elaborazioni de Il Broccolo Volante, alias Lara Orrico. Video di Anthony Ouf, contributi di Cetty Di Forti e Cazzani Expo Room. A cura di Mina Calissano, dal 30 marzo al 12 aprile 2019. Sabato 13 aprile concerto di Vetna. Canale Arte presenta qui un testo critico-letterario di accompagnamento e guida alla mostra.

Lara Oddino, Nomi Cose Città
Lara Orrico, Nomi Cose Città

Lo scatto fotografico contemporaneo risponde a un particolare obbligo con l’estemporaneità: un appuntamento con l’altrove. Non rappresenta più, sempre, la necessità di immortalare un momento esistenziale, un accadimento. Non fissa, non razionalizza, non vuole dialogare con l’eternità. Digitale, il mondo dell’immagine si è fatto narrativo, strumentale: pieghevole all’immaginazione. La luce, che un tempo percorreva in negativo le stanze dell’analogia dopo aver insistito su pellicola, è diventata, come per definizione, veicolo velocissimo, lanciato all’impazzata su circolarità, condivisione, racconto globalizzato. Tutto qui: passiamo dunque all’esposizione, che saprà, di conseguenza, puntellare le coordinate di questo viaggio illuminante, da Berlino ad ogni dove, con un’eloquente e significativa tappa nella Cavallerizza Irreale di Torino.
Nomi-Cose-Città è un progetto de Il Broccolo Volante, alias Lara Orrico, e Francesca Martorelli. La seconda precede l’intuizione dell’inserto con il click. La prima, appunto, getta improbabili creature nella mischia delle trame. Una serie inedita di mostri si aggira per l’Europa! Sporgendosi nei party di domani, questi striscianti Moloch strizzano l’occhio all’underground dalle borse della spesa dei pensionati, dai cartoni degli alcolici nei pubblici dormitori, dai supermarket dell’intelletto ultraterreno. L’ironia pura, il guizzo di spirito, l’improvvisazione della risata e la sacrosanta bestiale anima grottesca di tutti noi si esprimono nelle sembianze colorate, variopinte, eccentriche di esseri nutriti di filmografia, pubblicità, strisce di fumetti, ebbrezza e dipendenza da disagio della civiltà. Venite alla mostra, allestita da Mina Calissano sulla geografia di carte e stradari nelle stanze di Spazio Parentesi, a controllare, sulle mappe del grande cosmo multidisciplinare, le conquiste e le evoluzioni planetarie della rivoluzione: napoleonico esercito della folgorazione comica, aviazione e batteria d’assalto anti-abitudinaria, Blitzkrieg nel campo sterminato del sarcasmo, esagerata vitalità della contrapposizione arbitraria!

Lara Oddino; Nomi Cose Città, Vol. II
Lara Oddino; Nomi Cose Città, Vol. II

 cheap nike free run 5.0

About Ivan Fassio

Ivan Fassio
Poeta, scrittore, curatore d'arte contemporanea.

C'è anche questo...

Torino celebra Vivian Maier con la mostra “In Her Own Hands”

Alla Palazzina di Caccia di Stupinigi 100 opere della Maier, bambinaia con il tarlo della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi