venerdì , 22 novembre 2019
Home / Video / Reportage / Mostre / “Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958 – 2015”

“Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958 – 2015”

Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio Opere 1958-2015

Luigi Boille: Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958 – 2015

Mostra a cura di Claudia Terenzi e Bruno Aller in collaborazione con l’Archivio Luigi Boille

Con più di ottanta opere che illustrano il percorso artistico di Boille dal 1958 fino al 2015, la mostra aperta al pubblico dal 21 giugno al 3 novembre 2019, è la prima grande antologica che Roma dedica all’artista dopo la sua scomparsa avvenuta nel 2015.

Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio
Opere 1958-2015

La mostra, curata da Claudia Terenzi e Bruno Aller, con il sostegno dell’Archivio Luigi Boille presenta una panoramica di più di ottanta opere che raccontano il percorso artistico del Maestro dal 1958 al 2015.

Si parte dal piano terra con le opere della fine degli anni ‘50, sia quelle più direttamente segniche, sia quelle dove il colore si espande creando forti tensioni tra zone d’ombra e zone dominate dal colore; poi una serie di bellissime opere su carta dal 1958 al 2015; quindi una sala con dipinti dal 1964 al 1966, anni della mostra al Guggenheim Museum, 1964 (con Fontana, Capogrossi e Castellani), e una che riporta alle 5 grandi opere esposte alla Biennale di Venezia, 1966.

Al piano superiore, una sala dedicata al giallo, colore spesso utilizzato dall’artista, in cui vibrazioni e segni sottili rendono ancora più intensa la luminosità. Poi le opere degli anni ’70/’80 dove il segno si intensifica su una vasta gamma di colori, un segno sottile, quasi rarefatto in un continuum che invade la tela senza limiti, e contemporaneamente le centralità e le tracce di luce, in cui il segno emerge in rilievo come materia. Infine, anni 1992- 2015, la ricerca di equilibrio compositivo e raffinamento pittorico degli ultimi decenni, il segno rarefatto in uno spazio indeterminato che vibra su un colore di fondo, un segno che è una grafia, una scrittura surreale che è stata accostata alla filosofia zen.

Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958-2015

Informazioni

Luogo

Musei di Villa Torlonia
Casino dei Principi

Orario

Dal 21 giugno al 3 novembre 2019
da martedì a domenica ore 9.00 – 19.00
24 e 31 dicembre ore 9.00 – 14.00
La biglietteria chiude sempre 45′ prima

Informazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni 9.00-19.00)

Altre informazioni
Promossa da 

Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali – Assessorato alla Crescita culturale,  Archivio Luigi Boille

SPONSOR SISTEMA MUSEI IN COMUNE
Sponsor tecnico
Ferrovie dello Stato Italiane

Media Partner
Il Messaggero

Giorni di chiusura
Lun

Curatore

Claudia Terenzi e Bruno Aller con il sostegno dell’Archivio Luigi Boill

 

 

About Beatrice Pagliani

Beatrice Pagliani
Curiosa e dinamica, appassionata d'arte e fotografia, amante del cinema e dei viaggi.

C'è anche questo...

Tim Altenhof, vincitore del XII Premio Bruno Zevi

Giovedì 21 novembre 2019, ore 17.00 | Roma, Fondazione Bruno Zevi | Premiazione di Tim …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi