domenica , 24 marzo 2019
Home / Video / Aste / L’appuntamento di Natale di Sant’Agostino Casa d’Aste

L’appuntamento di Natale di Sant’Agostino Casa d’Aste

Alberto Sughi, incontro al bar

Avrà luogo lunedì 17 dicembre l’imperdibile appuntamento per l’asta di Natale 2018 di Sant’Agostino Casa d’Aste.

Alberto Sughi, incontro al bar

La selezione pensata per l’appuntamento natalizio include dipinti, sculture, grafiche, argenti e oggetti d’arte orientale, particolarmente adatti per doni raffinati e di pregio. Ricca la presenza di autori piemontesi dell’Ottocento e del Novecento. Tra questi si segnala la presenza di due pittrici tra le maggiori che abbia espresso la Torino del XX secolo, Evangelina Alciati  e Gemma Vercelli. Proprio all’opera di Evangelina Alciati (1883-1959), l’Accademia Albertina delle Belle Arti nel 2015 ha dedicato una mostra antologica, ricordandone le grandi qualità artistiche: la Alciati fu la prima donna a essere ammessa in Accademia, dove si diplomò in disegno e pittura. Gemma Vercelli, come suo fratello Renato, pittore anch’egli, ricevette i primi insegnamenti dal padre Giulio Romano. Eccetto brevi soggiorni a Nizza, Parigi e Londra, visse e lavorò a Torino. La sua pittura dimostra una scelta tematica raffinata idealista, allegorica: visi e corpi di donne eteree richiamano miti e leggende od evocano i cicli della natura; tecnicamente ricorre al puntinismo grazie al quale esprime appieno la delicatezza del tocco pittorico.

Gemma Vercelli, ritratto, tempera all’uovo su cartone

Tra gli artisti presenti ricorrono i nomi di Alessandri, Baretta, Bosia, Bussolino, Calierno, Francesco Casorati, Colombotto Rosso,  Felice Vellan, Giuseppe Gheduzzi, Corbelli, Fico, Gachet, Galvano, Gariazzo, Gazzera, i Gheduzzi, Guarlotti, Lisa, Maggi, Merlo, Oriani, Quaglino, Sacheri, Saetti, l’eccellente Alberto Sughi, Terzolo, Treccani e molti altri.

Evangelina Alciati, fiori, olio su tavola

Tra le grafiche di autori italiani spicca il “Grande Teatro” di Marino Marini, di squisita fattura; da segnalare anche i quattro bellissimi Mennyey, un Calandri del 1972 e le opere di Luigi Bartolini ed Enrico Baj.

Marino Marini, Gran Teatro, acquaforte, punta secca

Ricca la sezione dedicata agli artisti internazionali con nomi di prima grandezza come Andy Warhol, Chagall, Mirò, Picasso, Lichtenstein. Completano l’offerta gli argenti e gli oggetti di arte orientale.

Andy Warhol, Marilyn Monroe 11.27 , serigrafia a colori

L’asta 149 chiude l’anno 2018 di Sant’Agostino che ha registrato ottime risposte in termini di pubblico e vendite. Il 3 e 4 dicembre si è svolta la 148^ asta Sant’Agostino dedicata ai dipinti, alle sculture agli orologi e ai gioielli, lotti che hanno registrato importanti risultati.

La deliziosa composizione di Giuseppe De Nittis “Donna nel salotto orientale” del 1875, che raffigura la moglie del pittore nel salotto della loro dimora parigina, è stato venduto a 40.000 euro più diritti d’asta. La “Scena orientale” eseguita da Alberto Pasini è stata esitata a 20.000 euro più diritti. Interesse da parte del pubblico per le opere di Delleani “Vita rustica” del 1904 venduta a 3800 più diritti e “Quies (nuova versione)” del 1881 a 8.000 euro più diritti. Gara accesa per l’opera di Cesare Maggi “Sciatori in montagna” che ha visto duplicare la base d’asta e per il dipinto del maestro Mario Reviglione “Claire de lune” aggiudicato a 12.000 euro più diritti. Aroldo Bonzagni, firmatario del primo manifesto del futurista era presenta in asta con l’opera “Ai giardini pubblici” che è stato venduto a 30.000 euro. Se tutte le tele di Massimo Campigli hanno registrato il sold out,Giorgio de Chirico, dopo numerosi rilanci, ha registrato la cifra di 84.000 euro più diritti per il dipinto “Cavalli antichi” degli anni ’50. Si è registrato un grande interesse per i pittori dell’ambito torinese: ottimi risultati per il maestro Felice Casorati di cui sono state vendute tutte le opere presenti in asta, Italo Cremona con “Natura morta con manichino” del 1929 ha visto duplicare la base d’asta passando da 7.000 a 13.000 euro più diritti. Anche la moderna Carolrama non ha deluso le aspettative: l’opera “Senza titolo” dei primi anni ’70 ha raggiunto i 17.000 euro di battuta. Tra i contemporanei grandi risultati per Alberto Biasi “Sir Biss” 2008 aggiudicato a 20.00 euro. Gara accanita per l’opera “La gabbietta” di Michelangelo Pistoletto venduto a 7500 euro più diitti. Per le sculture straordinario risultato per il “Nudo femminile” di Luigi de Stefanis che da una base di 500 euro è stato aggiudicato a 2100 euro più diritti; il “Rematore” di Murer venduto a 2500 euro più diritti e le “Due dita” di Bruno Martinazzi a 3000 euro più diritti.

Coppia di sovrani orientali in avorio

I preziosi hanno suscitato diverso interesse: venduti a 16.000 euro più diritti gli importanti orecchini  con due smeraldi colombiani taglio a goccia da 7 carati; 9500 euro per il prezioso bracciale di diamanti da 11 carati e 8.000 euro più diritti per i deliziosi orecchini firmati Musy. Successo anche per gli orologi: il Rolex Yacht Master è stato aggiudicato a 5.500 euro più diritti e il Patek Philippe Solo tempo, modello “Calatrava” ref. 3893, degli anni ’80 a 5.000 euro.

Roy Lichtenstein , locandina originale mostra 1979

Esposizione d’asta in sede da giovedì 13 dicembre a domenica 16 dicembre 2018 dalle 10 alle 20 orario continuato Asta in sede lunedì 17 dicembre 2018 ore 15 e ore 20.

Per info:

Sant’Agostino Casa d’Aste

Corso Tassoni 56 Torino

About Paola Stroppiana

Paola Stroppiana
Paola Stroppiana (Torino, 1974) è storica dell’arte, curatrice d’arte indipendente e organizzatrice di eventi. Si è laureata con lode in Storia dell’Arte Medioevale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino, città dove ha gestito per più di dieci anni una galleria d'arte contemporanea. Collabora con diverse testate per cui scrive di arte e cultura. Si interessa a nuovi percorsi d’indagine come il gioiello d’artista e le ultime tendenze del collezionismo contemporaneo, argomenti sui quali ha tenuto conferenze presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Il Museo Civico di Arte Antica e la Pinacoteca Agnelli di Torino, il Politecnico di Milano.

C'è anche questo...

Leonardo. Il genio imperfetto.

Leonardo e le sue opere più famose raccontate sul palco del Teatro Manzoni di Milano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi