sabato , 17 agosto 2019
Home / News / L’Adolescente di Michelangelo a Roma

L’Adolescente di Michelangelo a Roma

Alla Fondazione Alda Fendi – Esperimenti, è possibile ammirare fino al 10 marzo la stupefacente statua L'Adolescente di Michelangelo Buonarroti.

Nel nuovo rhinoceros, sede della Fondazione Alda Fendi -Esperimenti, è esposto in via straordinaria L’Adolescente di Michelangelo, proveniente dal Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo.

Roma, l’Adolescente di Michelangelo

A Roma, per l’occasione, questo enigmatico e incompiuto giovane accovacciato così vibrante e intenso, viene sapientemente illuminato da Vittorio e Francesca Storaro, a evidenziare la potenza creativa del grande artista. Promossa dalla Fondazione Alda Fendi – Esperimenti e dal Museo Statale Ermitage con la collaborazione di Ermitage Italia, l’esposizione, curata dal professor Sergej Androsov, capo Dipartimento dell’Arte dell’Europa Occidentale all’Ermitage, è stata organizzata da Il Cigno GG Edizioni in collaborazione con Villaggio Globale International.

L’esposizione, che durerà fino al 10 marzo 2019, sancisce l’inizio della collaborazione triennale tra la Fondazione Alda Fendi – Esperimenti e il celeberrimo museo russo. Questo prestigioso accordo nasce dal desiderio di incrementare i rapporti culturali tra la Russia e l’Italia, tramite l’assegnazione di borse e soggiorni di studio, riservati a un numero selezionato di ricercatori russi, attività scientifiche e culturali congiunte e l’esposizione di capolavori provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo a Roma presso rhinoceros, prospiciente l’Arco di Giano. L’area del Foro Romano è stata recentemente restaurata e riqualificata grazie alla Fondazione Alda Fendi – Esperimenti che ha incaricato Vittorio e Francesca Storaro per l’illuminazione dell’Arco di Giano e Jean Nouvel per il restauro del palazzo.

L’Adolescente di Michelangelo Buonarroti.

La prima delle opere arrivata nella Capitale è L’Adolescente di Michelangelo, capolavoro ormai definitivamente assegnato al geniale scultore, esposto per la prima volta a Roma. Probabilmente realizzato nei mesi più travagliati della vita di Michelangelo intorno al 1530, il prezioso marmo è uno dei pochissimi lavori del grande scultore conservati all’estero, giunto in Russia per iniziativa della zarina Caterina II la Grande, che lo acquistò da un banchiere inglese nel 1787.

La mancanza di documentazione relativa all’opera, la particolarità dell’utilizzo di un marmo di seconda mano, non usuale in Michelangelo ma probabilmente compatibile con l’impossibilità di procurarsi altro materiale nella situazione di pericolo in cui egli si trovò all’indomani della caduta della Repubblica di Firenze, la sua incompiutezza e la mancanza di attributi rendono la scultura proveniente dall’Ermitage ancora più affascinante, aperta a tante e diverse interpretazioni sul significato assegnatole dal Maestro.

Si discute ancora sulle motivazioni che avrebbero spinto Michelangelo a lasciare molte statue incompiute: fattori contingenti o la scelta convinta di interrompere l’opera in un determinato momento per conseguire un effetto migliore? Quest’ultimo è probabilmente il punto di vista più vicino alla verità, considerata la modernità della concezione dell’arte di Michelangelo, soprattutto negli anni della vecchiaia. Resta la tragicità rappresentata dal giovane, schiacciato da una forza superiore, accovacciato su se stesso, alla ricerca di una compiutezza non solo materiale ma soprattutto spirituale, espressione forse di un momento di grande sconforto vissuto dall’artista.

Alla Fondazione Alda Fendi – Esperimenti, è possibile ammirare fino al 10 marzo la stupefacente statua L’Adolescente di Michelangelo Buonarroti.

L’Adolescente di Michelangelo

  • DOVE
    rhinoceros
     Via dei Cerchi, 21
  • QUANDO
    Dal 15/12/2018 al 10/03/2019
     Tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00
  • PREZZO
    GRATIS
  • ALTRE INFORMAZIONI
    Sito web
    fondazionealdafendi-esperimenti.it

 cheap nike free run 5.0

About Beatrice Pagliani

Beatrice Pagliani
Curiosa e dinamica, appassionata d'arte e fotografia, amante del cinema e dei viaggi.

C'è anche questo...

Intesa Sanpaolo sostiene a Oxford la mostra “Last Supper in Pompeii”

Intesa Sanpaolo sostiene la mostra “Last Supper in Pompeii” che apre al pubblico domani presso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi