venerdì , 29 maggio 2020
Home / News / La nuova sede delle Gallerie d’Italia di Intesa San Paolo nel cuore di Torino

La nuova sede delle Gallerie d’Italia di Intesa San Paolo nel cuore di Torino

esterni_(c) Filippo Bolognese images

È stata svelata nel corso di un’affolla conferenza stampa la sede che ospiterà il nuovo museo delle Gallerie d’Italia: Palazzo Turinetti, storico edificio e sede legale di Intesa Sanpaolo con sede in Piazza San Carlo a Torino.

Rendering Progetto Galleria d’Italia:Palazzo Turinetti_Torino

L’annuncio è stato dato dal Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli, dal Presidente Gian Maria Gros-Pietro e da Carlo Messina, Consigliere Delegato e CEO, alla presenza della Sindaca di Torino Chiara Appendino, del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e di numerose autorità istituzionali. Il progetto architettonico, firmato da Michele De Lucchi, prevede una destinazione di 6.000 metri quadri complessivi di cui 3.000 riservati alle attività espositive. Il cantiere sarà avviato nei prossimi mesi e avrà una durata di circa due anni.

Presentazione Palazzo Turinetti_ ph. credit Michele d’Ottavio

Si allarga così al capoluogo torinese (dove peraltro è presente il Grattacielo progettato da Renzo Piano, già utilizzato per eventi e convegni) la rete delle sedi espositive della Banca, presenti a Milano, Napoli e Vicenza. La storia delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo prende avvio nel 1999, con l’apertura della sede di Vicenza all’interno del barocco Palazzo Leoni Montanari: qui sono custodite le collezioni di ceramiche attiche e magnogreche, l’arte veneta del Settecento e un pregevole nucleo di icone russe. Segue nel 2007 Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli, dove sono conservate opere realizzate tra il Seicento e il Novecento in Italia meridionale, tra cui il celebre Martirio di Sant’Orsola del Caravaggio. A breve, come comunicato nel corso della conferenza dal Presidente Bazoli, la collezione troverà nuova collocazione a Palazzo Piacentini, sede del Banco di Napoli. Tra il 2011 e il 2012 ha aperto anche la Galleria di Piazza alla Scala a Milano, scrigno di importanti collezioni permanenti del XIX e XX secolo, dove è tuttora in corso la mostra Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna.

Rendering Esterni_Filippo Bolognese images

Nelle parole del Presidente emerito, caratteristica delle Gallerie d’Italia è la volontà di valorizzare e diffondere le collezioni di Intesa Sanpaolo e di condividerle con il pubblico: ognuna delle sedi espositive si pone in dialogo con il territorio, come dimostrano le tipologie di collezioni esposte tra Vicenza, Napoli e Milano. Fino ad oggi anche il Grattacielo di Renzo Piano è stato teatro di eventi prestigiosi, tra i quali si annoverano diverse edizioni della rassegna L’Ospite Illustre, che ha recentemente visto protagonista la Madonna di Alzano di Giovanni Bellini, esposta in contemporanea alla mostra su Andrea Mantegna in corso fino al 4 maggio a Palazzo Madama, promossa da Fondazione Torino Musei insieme a Intesa Sanpaolo. Il nuovo museo di Piazza San Carlo sarà dedicato principalmente alla fotografia, un’arte che, coniugando l’elemento creativo con la più avanzata tecnologia, gode dell’interesse pieno del pubblico per la sua capacità di rappresentare la storia le trasformazioni della società. Sarà uno spazio dove fotografia e video arte potranno esprimere il loro significato oltre il valore estetico, affrontando i temi cruciali della storia e della contemporaneità. Esporrà una selezione di opere dalle collezioni della Banca, tra cui l’Archivio Publifoto, acquisito di recente da Intesa Sanpaolo, costituito da circa 7 milioni di scatti fotografici su eventi, personalità, luoghi realizzati dall’inizio degli anni Trenta agli anni Novanta del ‘900.

Nel corso della conferenza ha preso la parola l’architetto e designer Michele De Lucchi, curatore del progetto con AMDL CIRCLE, che ha illustrato il progetto dello spazio espositivo: gli spazi saranno per la maggior parte ipogei, accessibili da una grande scalinata, ritagliata nell’attuale cortile, che porterà luce naturale alla hall di ingresso. Il progetto prevede anche aree dedicate alla didattica e un laboratorio di restauro. Il percorso espositivo si svilupperà anche al secondo livello, il piano nobile del palazzo che gode dell’affaccio diretto su Piazza San Carlo, con sale ricche di decori, stucchi e specchi e che ospiterà le collezioni di pittura barocca ora parzialmente esposte presso la sede della Compagnia di San Paolo in Piazza Bernini. A questo si aggiungerà un’attività di mostre temporanee di grandi fotografi di respiro internazionale in sinergia con le istituzioni culturali italiane e straniere, in primis quelle torinesi come Camera – Centro Italiano per la fotografia di cui Intesa Sanpaolo è Socio fondatore, il mese del Contemporaneo a novembre e i molti eventi che la Banca sostiene in città, tra cui Teatro Regio, Salone del Libro, Torino Film Festival, MITO Settembre Musica, Torino Jazz Festival, Biennale Democrazia, Torinodanza.

Galleria d’Italia_Milano Piazza Scala

Questo nuovo museo arricchisce ulteriormente l’attività del Progetto Cultura, il piano triennale delle iniziative con cui la Banca esprime il proprio impegno per la promozione dell’arte e della cultura, realizzate autonomamente o in partnership con altri qualificati soggetti pubblici e privati. Fulcro del Progetto Cultura è il patrimonio storico-artistico, architettonico e documentario di Intesa Sanpaolo. Oltre 30.000 sono le opere d’arte, datate dal V secolo a.C. al XXI secolo, che ne fanno parte, un migliaio delle quali esposte in modo permanente, con capolavori di Caravaggio, Tiepolo, Canaletto, Boccioni, Fontana, Manzoni; oltre 20 sono i palazzi di pregio di cui il Gruppo è proprietario; una raccolta composta da documenti d’archivio, datati dal 1472 al 2006, e da un vasto corpus fotografico recentemente arricchita dalla citata acquisizione del prezioso archivio Publifoto, con milioni di immagini e migliaia di video. Il museo torinese beneficerà dell’esperienza acquisita da Intesa Sanpaolo con i musei dove la Banca espone il proprio ampio patrimonio artistico, che, con 30 mila opere da reperti archeologici all’arte contemporanea, si distingue per ricchezza e varietà. Nel 2019 le tre sedi di Milano, Napoli e Vicenza hanno accolto complessivamente oltre 500 mila visitatori, con un’attività didattica che ha interessato 84 mila bambini e ragazzi e numerose iniziative per i pubblici speciali (persone con disabilità, che vivono in contesti difficili, comunità straniere). Le Gallerie d’Italia si sono accreditate negli anni come interlocutore affidabile presso i principali musei nazionali e internazionali tra cui il Metropolitan Museum of Art di New York, l’Ermitage di San Pietroburgo, la National Gallery di Londra. Oltre 200 opere della collezione sono state concesse in prestito nel 2019 in Italia e all’estero. La realizzazione del Progetto Cultura è affidata alla Direzione Arte, Cultura e Beni Storici di Intesa Sanpaolo sotto la responsabilità di Michele Coppola, anche Direttore delle Gallerie d’Italia.

Per info 

Gallerie d’Italia

About Paola Stroppiana

Paola Stroppiana
Paola Stroppiana (Torino, 1974) è storica dell’arte, curatrice d’arte indipendente e organizzatrice di eventi. Si è laureata con lode in Storia dell’Arte Medioevale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino, città dove ha gestito per più di dieci anni una galleria d'arte contemporanea. Collabora con diverse testate per cui scrive di arte e cultura. Si interessa a nuovi percorsi d’indagine come il gioiello d’artista e le ultime tendenze del collezionismo contemporaneo, argomenti sui quali ha tenuto conferenze presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Il Museo Civico di Arte Antica e la Pinacoteca Agnelli di Torino, il Politecnico di Milano.

C'è anche questo...

I Teatri milanesi come si stanno preparando alla riapertura?

Teatro e Cinema finalmente sono al centro del dibattito della riapertura della Cultura in Lombardia. Come si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi