venerdì , 18 giugno 2021
Home / Video / Reportage / Mostre / Julião Sarmento e le riflessioni su Goya alla Galleria Giorgio Persano

Julião Sarmento e le riflessioni su Goya alla Galleria Giorgio Persano

La Galleria Giorgio Persano presenta la personale di Julião Sarmento On Goya. L’idea della mostra, nata durante il periodo di auto-confinamento dell’artista per la pandemia Covid-19, si sviluppa intorno a quattro grandi dipinti e un tavolo-scultura, ispirati all’opera del maestro spagnolo.

Sarmento_El_encuentro_2020

 

La mostra On Goya che inaugura il 24 aprile da Giorgio Persano (insieme alle gallerie torinese del circuito Tag ) è un’intelligente riflessione sulla produzione di un grande artista contemporaneo, Julião Sarmento, nel primo periodo di confinamento dovuta all’emergenza sanitaria, a partire dal marzo 2020.

Sarmento, On Goya, ph. Nicola Morittu installation view Galleria Persano

 

In un video registrato per l’occasione – visibile collegandosi sul sito della galleria – è lo stesso Sarmento (che a causa delle nuove restrizioni non può presenziare all’inaugurazione della mostra) a raccontare come la sua creatività abbia risposto – consciamente e inconsciamente – all’imprevedibile situazione che lo ha costretto a fare i conti con la solitudine del proprio studio, senza che fosse davvero una scelta. Sarmento racconta lo spaesamento, la confusione, la volontà di fare qualcosa per “mantenere la mente sana”, continuando a produrre opere nuove.

Sarmento_Mujer_sujetando_2020

La ricerca di un’ispirazione lo ha portato al recente ricordo di una delle ultime mostre visitate e che lo avevano particolarmente colpito, in particolare una mostra focalizzata sulla produzione di disegni di Goya Solo la voluntad me sobra, organizzata dal Museo del Prado. Il titolo della mostra madrilena riprende una frase che, ormai ottantenne, Goya scrisse in una lettera del 1825, “Tutto viene meno, solo la volontà mi resta” . Di quegli anni è anche il suo ultimo autoritratto, un’immagine allegorica in cui – curvo e sostenuto da due bastoni, barba lunga e capelli bianchi – si paragona al Tempo e, fissando l’interlocutore ammonisce: “Aún aprendo” (Sto ancora imparando).

Sarmento, On Goya, ph. Nicola Morittu installation view Galleria Persano

 

Con questo spirito l’artista ha deciso di porre in relazione, come esercizio di dialogo, la pittura monocromatica che interessa la sua ricerca già da diversi anni e i potenti lavori di Goya: un lavoro, come specifica Sarmento, non tanto sul disegno, quanto sulla pittura su disegno: un tentativo di fare interagire i due media, soffermandosi sui loro aspetti antitetici, e mettendo in dialogo in parallelo due realtà storiche le cui genealogie e sensibilità s’intrecciano a più riprese. Alla temporalità sospesa dei monocromi, l’artista accosta le figure in grisaille e le immagini di cieli e mari, caricate di significati drammatici, evocativi di una situazione sempre attuale, la paura della morte, dell’ignoto, il bisogno dell’uomo di cercare conforto nel suo simile. Gli elementi delle tele si sommano per dare vita a una nuova narrazione, in un movimento e scambio tra la dimensione cosmica e quella umana.

 

Sarmento_La_siesta_2020

A questi “disegni-dipinti”, l’artista aggiunge un nuovo capitolo creativo, mutuato dalla plasticità delle carte spagnole del XVIII secolo. È in particolare l’oggetto-scultura-tavolo, che non è soltanto un oggetto, né solo una scultura, né semplicemente un tavolo, Cazador en su puesto, cazador al acecho (2020) a divenire, per usare le parole dell’artista, “una sorta di visione tridimensionale dei disegni di Goya”.

Sarmento, On Goya, ph. Nicola Morittu installation view Galleria Persano

L’inedito ciclo di lavori, per la prima volta esposto negli spazi della Galleria Giorgio Persano, appartiene a una trilogia con altre due differenti esposizioni previste per quest’anno a Londra e a Parigi.

 

Per info

Galleria Giorgio Persano

Via Stampatori 4, Torino

About Paola Stroppiana

Paola Stroppiana
Paola Stroppiana (Torino, 1974) è storica dell’arte, curatrice d’arte indipendente e organizzatrice di eventi. Si è laureata con lode in Storia dell’Arte Medioevale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino, città dove ha gestito per più di dieci anni una galleria d'arte contemporanea. Collabora con diverse testate per cui scrive di arte e cultura. Si interessa a nuovi percorsi d’indagine come il gioiello d’artista e le ultime tendenze del collezionismo contemporaneo, argomenti sui quali ha tenuto conferenze presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Il Museo Civico di Arte Antica e la Pinacoteca Agnelli di Torino, il Politecnico di Milano.

C'è anche questo...

Con The Phair e Torino Photo Days a Palazzo Esposizioni riparte la stagione delle fiere in presenza a Torino

THE PHAIR, la rassegna internazionale dedicata alla fotografia, riapre la stagione fieristica a Torino, presso  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi