domenica , 24 gennaio 2021
Home / Video / Interviste / Fundación Sandretto Re Rebaudengo. Il ponte dell’arte fra Torino e Madrid

Fundación Sandretto Re Rebaudengo. Il ponte dell’arte fra Torino e Madrid

25 settembre 2017 una data fondamentale per la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Carmen Castrillo, sindaco di Madrid, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Luìs Cueto, Coordinatore generale del Comune di Madrid hanno annunciato la nascita della Fundación Sandretto Re Rebaudengo Madrid

Nata nel 1995 a Torino, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo afferma così, forte di 20 anni di esperienza, la propria vocazione internazionale volta ad allargare gli orizzonti culturali e formativi. Inizia dunque un processo di inserimento nel sistema artistico e culturale spagnolo volto al dialogo con enti pubblici e privati.

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo
Patrizia Sandretto Re Rebaudengo

La sede della Fundaciòn sarà la Nave 9 del Centro de Creación Contemporánea Matadero di Madrid, il centro culturale che sorge nel quartiere di Arganzuela. La ristrutturazione dei locali è stata affidata agli architetti David Adjaye e Arturo Franco. Progettata per dare vita a mostre, laboratori, convegni, la nuova struttura ospiterà a rotazione opere della Collezione Sandretto Re Rebaudengo.

“Madrid è una grande capitale europea, un ponte con l’America Latina, un continente sempre più importante nel mondo dell’arte contemporanea. Fin dal primo sopralluogo mi sono innamorata di questo spazio meraviglioso che è il Matadero – ha raccontato Patrizia Sandretto Re Rebaudengo -, della sua affascinante architettura e della sua comunità, così dinamica e impegnata. Con la nascita della Fundaciòn Sandretto Re Rebaudengo Madrid sperimenteremo qui e faremo crescere il modello e le pratiche con cui, ogni giorno da più di vent’anni, sosteniamo i giovani artisti, promuoviamo la conoscenza dell’arte contemporanea e il suo ruolo sociale, avvicinandola a un pubblico sempre più ampio”.

“Sono davvero felice che da adesso in poi avremo la collezione Sandretto Re Rebaudengo nella Nave 9 del Matadero- ha raccontato Manuela Carmena Castrillo -. La Fundación Sandretto Re Rebaudengo è lo strumento di cui abbiamo bisogno per portare la collezione a Madrid, perché possa mettere radici e fortificarsi anche qui, così come ha fatto a Torino. In questo modo, Madrid continua a scommettere con forza sulla cultura. ”.

“È motivo di orgoglio, per noi torinesi, avere l’opportunità di esportare in terra madrilena un centro internazionale qualificato e radicato per la promozione culturale come la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo – ha raccontato Chiara Appendino, presente anch’essa alla presentazione -. Uno spazio espositivo che da oltre vent’anni è all’attenzione di artisti, collezionisti, intenditori e appassionati del mondo delle arti contemporanee. E che ha contribuito a confermare la robustezza della rete creativa torinese nel suo complesso, caratterizzata da un tessuto intrecciato di realtà pubbliche e private interconnesse. Vocazione che l’Amministrazione Comunale asseconda e incoraggia sostenendo mostre, rassegne, eventi e manifestazioni”.

“La nuova Fundación aprirà nel 2019 – continua Patrizia Sandretto Re Rebaudengo – La Fondazione torinese, insieme alla Fundación di Madrid danno vita a una nuova costellazione, disegnano una nuova geografia che realizza concretamente un’idea di Europa basata sulla reciprocità fra luoghi, comunità, saperi e culture. Il sogno di aprire una nuova fondazione mi ha portato in questi anni a visitare molte città e numerosi spazi. Ho scelto Madrid perché considero la Spagna la mia seconda patria. Ho scelto Madrid perché è una grande capitale globale e perché è un ponte verso la cultura latino-americana, una scena in crescita, che guardo da tempo con molta attenzione”.

 

Sito della Fondazione Sandretto Re Rebaudengoair max 90 essential sale

About Valdemaro Brakus

Valdemaro Brakus
Direttore di Canale ARTE si occupa di giornalismo e scrittura dai tempi del liceo. Appassionato di video e fotografia realizza reportage sull'universo arte e su qualunque altra cosa gli piaccia. Fa anche l'attore quindi non è dato sapere se è uno, nessuno o centomila.

C'è anche questo...

Fragile bellezza: arte e oreficeria contemporanea in dialogo a Valenza

Il volume “Fragile bellezza: arte e oreficeria contemporanea” è il racconto dell’articolato e appassionante progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi