giovedì , 2 dicembre 2021
Home / Video / Reportage / Mostre / Festival del Disegno 2021- All Around

Festival del Disegno 2021- All Around

Festival del Disegno is All Around e viaggia in tutta Italia fino al 10 ottobre 2021!

Il Festival del Disegno a cura di Fabriano, dopo la tradizionale partenza da Milano, prosegue il suo viaggio in tutta Italia fino al 10 ottobre 2021. Sono oltre 250 gli appuntamenti previsti in un mese realizzati grazie all’adesione e all’entusiasmo di biblioteche, musei, scuole e associazioni culturali.

Festival del Disegno is All Around e viaggia in tutta Italia fino al 10 ottobre 2021

Il grande tour del Festival All Around è frutto di un lavoro dedicato alla varietà nella selezione di workshop, incontri, segni e disegni per cui è stata pensata e fornita la migliore carta, a seconda delle tipologie delle iniziative: a Palermo si disegnerà la città imbarcandosi e guardandola dal mare, a Cagliari si farà acquarello e fumetto, si dipingeranno alberi e ortensie a Bolzano e si ricamerà la carta a Bari.

Tutta l’Italia può disegnare con il Festival del Disegno: da Palermo a Bolzano, isole comprese. Da Bergamo a Napoli, da Lecce a Venezia, passando per Bologna, Cuneo, Bari, Ferrara, Genova e Pesaro: solo alcune delle tante città piccole e grandi che fanno parte del tour. Ecco tutte le tappe qui: https://fabriano.com/festivaldisegno/isallaround/

Il disegno è un linguaggio universale che attraversa le barriere di lingua e cultura. Ha un enorme importanza non solo come attività ricreativa per i più piccoli ma come strumento di apprendimento per tutti, stimolo all’invenzione e alla creatività: un potente anti stress in grado di generare benessere alla mente e corpo, stimolando le aree cerebrali legate alle capacità motorie. Il Festival è un’occasione per riscoprire tutti i benefici del disegno da portare con sé ogni giorno. Una grande manifestazione che nelle prime sei edizioni ha raccolto in Italia più di 60.000 persone con oltre 800 iniziative in più di 300 città. Il desiderio è di riavvicinare tutti al disegno per divertirsi, rilassarsi e riscoprire il piacere di osservare il mondo che ci circonda e interpretarlo attraverso un segno, il colore, una matita e un foglio di carta, sperimentando tecniche e stili diversi.

Anche la sesta edizione del Festival è accompagnata dai disegni di Guido Scarabottolo: la mano crea, disegna e si trasforma in una tavolozza dove i colori prendono vita per viaggiare con la fantasia. La mano si alza per chiedere, si apre per donare, ricevere, accogliere, salutare: una mano aperta è un gesto universale che non ha bisogno di parole e significa inclusione, disponibilità e amicizia. Per questo il Festival del Disegno è un invito per chi ama disegnare, per gli appassionati che non hanno mai smesso e, soprattutto, per chi è convinto di non saperlo fare e si sbaglia, perché tutti sanno disegnare o possono farlo.

Il Festival del Disegno a cura di Fabriano, dopo la tradizionale partenza da Milano, prosegue il suo viaggio in tutta Italia fino al 10 ottobre 2021.

Il Festival è partito da Milano con due intere giornate in cui i tanti partecipanti hanno potuto dare libero sfogo alla fantasia insieme a illustratori, acquarellisti, fumettisti e calligrafi che con gli Atelier hanno condiviso la propria creatività invitando a sperimentare le tante forme del disegno. Tanti talenti per accompagnare i partecipanti alla scoperta di tecniche diverse. Alessandro Bonaccorsi ha mostrato il potenziale nascosto di un disegno anche se in apparenza insensato, Dario Cestaro ha intrattenuto grandi e piccini con la magia di fantastici libri pop-up, Silvia Gasparetto ha creato mondi immaginari con tante mani colorate, Alberto Madrigal ha svelato i segreti dell’acquerello, l’Associazione SMED Scriverea a Mano nell’Era Digitale ha mostrato il potenziale anche creativo della scrittura a mano e Kalina Muhova l’importanza di luci e ombre. Emma Lidia Squillari ha insegnato come dare vita alla bellezza del piumaggio di un volatile con la carta, Sara Vivan come realizzare un flipbook e Noemi Vola come dar vita a una fanzine. Yocci ha incantato con la magia del Kamishibai e ZUZU ha rivelato come trasformare esperienze imbarazzanti in fumetti stupendi; insieme al designer Valerio Cometti dello studio Valerio Cometti +V12 che ha raccontato quanto sia importante la fase iniziale del disegno nel processo progettuale di prodotti di uso quotidiano e al team del MUSE – Museo delle Scienze di Trento che ha insegnato come creare pupazzi di carta. La Digital Edition con contributi video dell’illustratrice e youtuber FRAFFROG e l’acquarellista Sandrine Maugy, insieme a Alberto Madrigal e Dario Cestaro, hanno permesso a tutti di partecipare anche online.

FABRIANO la bella carta dal 1264.

Dal 1264 a Fabriano si produce carta che, in oltre 750 anni, ha incontrato uomini e donne che ne hanno fatto un uso quotidiano e insieme straordinario nel campo dell’arte, della letteratura, della musica, dell’editoria. Michelangelo Buonarroti, Giambattista Bodoni, Ludwig van Beethoven fino a Gabriele D’Annunzio, Georgia O’Keeffe insieme a Francis Bacon e Federico Fellini, sono solo alcuni dei personaggi che hanno scritto, disegnato, preso appunti, creato su carta prodotta a Fabriano che, con oltre sette secoli di storia, è parte del patrimonio culturale italiano. Le geniali intuizioni degli artigiani fabrianesi nel XIII secolo hanno dato vita a tre importanti innovazioni: la filigrana, l’utilizzo della gelatina animale e la pila idraulica a magli multipli che rendono Fabriano la culla della carta. Una plurisecolare tradizione che continua ancora oggi attraverso la produzione di una ampia gamma di tipologie di carta di alta qualità, adatte alle esigenze di ogni genere di tecnica – disegno, schizzo, pastello, acquarello, acrilico e olio, tecniche miste, stampa d’arte, calligrafia, scrittura e manufatti – che viene scelta da studenti, artisti, architetti, stilisti, illustratori, musicisti, scrittori e calligrafi. Fabriano è l’unica cartiera al mondo che produce con tutte le tre tecnologie: carta fatta a mano, carta a macchina in tondo e carta su tavola piana.

La sesta edizione del Festival è accompagnata dai disegni di Guido Scarabottolo: la mano crea, disegna e si trasforma in una tavolozza dove i colori prendono vita per viaggiare con la fantasia. La mano si alza per chiedere, si apre per donare, ricevere, accogliere, salutare: una mano aperta è un gesto universale che non ha bisogno di parole e significa inclusione, disponibilità e amicizia.

www.fabriano.com

Festival del Disegno 2021

11-12 settembre – Milano, Castello Sforzesco

dal 13 settembre al 10 ottobre in tutta Italia

fabriano.com/festivaldisegno | #FestivalDisegno #FFD2021

About Beatrice Pagliani

Beatrice Pagliani
Curiosa e dinamica, appassionata d'arte e fotografia, amante del cinema e dei viaggi.

C'è anche questo...

Cinque secoli di pittura giapponese al MAO di Torino

Ha inaugurato lo scorso 12 novembre al MAO, Museo d’Arte Orientale di Torino, la mostra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi