lunedì , 13 luglio 2020
Home / News / Elisa Camurati. Spettro della Vista e Specchio di Visioni

Elisa Camurati. Spettro della Vista e Specchio di Visioni

Elisa Camurati
Elisa Camurati per Poetrification

Nell’ambito del festival Poetrification a Torino, a cura di Neutopia_Piano di Fuga dalla Rete, l’artista e grafica Elisa Camurati espone dal 3 al 14 maggio presso lo spazio Comodo64 di Ivan Cazzola, in via Bologna 92/A. Per l’occasione, Canale Arte presenta un testo teorico-creativo dedicato al suo allestimento. La mostra S.P.A.M., in collaborazione con la Fondazione Berardelli di Brescia e a cura di Margot Modonesi, ospita anche i lavori di poesia visiva di Luc Fierens e Raffaella Formenti. Poetrification si è svolta a Torino fino al 5 maggio con letture e performance nelle sedi del Comodo64, Bunker e nei luoghi di Barriera e Aurora. La mostra S.P.A.M. con Raffaella Formenti, Luc Fierens e Elisa Camurati continua fino al 14 maggio.

Elisa Camurati per Poetrification
Elisa Camurati per Poetrification

I colori giocano la parte del coro, su un palco dove i protagonisti sono i dati sensibili delle coordinate, delle localizzazioni. L’osservatore si trova di fronte a un teatrino piatto, dentro al quale le superfici si mescolano, inducendo lo spettatore nel dubbio della rappresentazione. Spazi si aprono sorprendentemente in sfondi nuvolosi, turbolenze minacciose, vuoti inerti e sprofondate depressioni della struttura. Le parole volano, si inabissano, percorrono a ritroso il loro cammino. Le lettere sono i cercatori, le popolazioni in migrazione, gli eserciti in marcia ordinata o le truppe innevate che stringono bandiera bianca. Le figure si mimetizzano; per contrasto si propongono in primo piano, di sbieco entrano nello spettro della vista eludendo le priorità di espressione e le gerarchie di comunicazione. Elisa Camurati lavora questo specchio di visioni: formulazione totalizzante in cui ogni pedina mantiene il proprio compito principale, in evidenza. Una partita a scacchi, un tavolino e una teiera, l’ultimo nastro registrato: tutto ci racconta di una messinscena elaborata con gli occhi bambini delle esperienze originarie. Il divertimento canta in sottofondo: nelle note fischiettate da un regista bizzarro, da un capocomico che affida i ruoli sempre nuovi di un antico canovaccio.

Elisa Camurati, installazione
Elisa Camurati, installazione

Elisa Camurati è una graphic designer e collagista originaria di Quilpué (Cile) con base a Torino. I suoi collage dal registro onirico e surreale sono stati accomunati da Davide Galipò a Lamberto Pignotti e Sarenco, oscillando tra scarti pubblicitari di moda e scrittura verbo-visuale. Curatrice del progetto grafico della rivista Neutopia Magazine, ha all’attivo numerose esposizioni tra cui le mostre di poesia visiva “Opporre Opposizione” in omaggio a Sarenco a Torino e la personale “Tempo Reale” ad Alessandria. Ha pubblicato i suoi collage su Neutopia Magazine e Tafanàrio.

Elisa Camurati, Ricostruzione Immortalata
Ricostruzione Immortalata

About Ivan Fassio

Ivan Fassio
Poeta, scrittore, curatore d'arte contemporanea.

C'è anche questo...

Top lots di Design alla Casa d’Aste Sant’Agostino, in arrivo l’Asta Dipinti e Sculture

Il mondo delle aste ha ripreso vigore: la possibilità di organizzarle on line, pratica già …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi