lunedì , 20 maggio 2019
Home / News / Leggere l'Arte / Damiano Osella per Spazio Parentesi. Il Cuore nel Mondo

Damiano Osella per Spazio Parentesi. Il Cuore nel Mondo

Damiano Osella
Damiano Osella

Sabato 23 febbraio, a partire dalle 18, presso Spazio Parentesi nel Foyer Manica Corta di Cavallerizza Irreale, via Verdi 9 a Torino, Il Cuore nel Mondo, azioni e letture artistico-poetiche con Greta Girolimetto, Damiano Osella, Gianluca Lancieri, Cetty Di Forti. Canale Arte propone per l’occasione un approfondimento sullo scrittore, performer e musicista Damiano Osella. In chiusura, una sua composizione poetica.

Damiano Osella, LA MACCHINA
Damiano Osella, LA MACCHINA

 

Damiano Osella nasce a Carignano (TO) il 24 dicembre 1975. Vive in un piccolo paese della provincia di Cuneo. Compone commenti sonori per reading poetici e performance teatrali.

Suona il basso elettrico e acustico in band di musica strumentale, vicine al progressive rock, con all’attivo diversi album e molti live itineranti. Con la Band de ” lamalora ” sono stati prodotti due album .
Il profondo legame alle radici del suo territorio, lo spinge, da anni, a collaborare ed allestire reading musicali sul tema della Resistenza, attingendo brani e testimonianze della letteratura classica del genere (Beppe Fenoglio, Nuto Revelli, Giorgio Bocca).
Questo non placa l’interesse rivolto alla musica etnica mondiale ed i suoi strumenti:frequente l’utilizzo del Duduk Armeno nei suoi campionamenti.
Collabora con l’associazione POETI IN AIA di torino,attiva da venticinque anni per la promozione della poesia con un suo variegato festival, che sposa musica, poesia ed integrazione. Nell’anno 2018 con il maestro chitarrista Siro Giri ha presentato al festival alcune poesie tratte dalla sua silloge LA MACCHIA.
Mensilmente partecipa, proponendo  e condividendo con altri scrittori,nuove composizioni poetiche al DOPOTUTTO Poesia nello spazio  in Avigliana, presso il borgo Medievale. Il circolo è da poco gemellato con la casa delle arti Alfredo d’Andrade a Torino.
Nel 2016-2017 ha portato in scena il suo reading “NELLA CASA DEI MORTI”, affrontando il tema della detenzione, estrapolando brani dal romanzo IL VAGABONDO DELLE STELLE di Jack London.
Accompagnato da un Bluesman locale calca le scene raccontando, attraverso i libri di Erskine Caldwell, William Faulkner, John Steinbeck la saga dei “poveri bianchi” statunitensi negli anni’30.
Membro ospite,della COMPAGNIA DEI POETI ERRANTI di Salerno,partecipa ai festival organizzati dalla compagnia in tutta Italia.Festival che sposano arte,musica e seminari .
nel 2018 con il poeta Giangiacomo Della Porta, collaboratore della Aletti Editrice; il poeta e drammaturgo Dario Arpaio e la coreografa Rebecca Moriondo ha curato le musiche ed alcuni testi per lo spettacolo – documentario DI VIAGGI E DI UOMINI diVERSI. Grazie all’intervento di Claudio Villa ideatore del progetto “Salto oltre il Muro”nel carcere di Bollate con le Fotografie di Fabrizio Jelmini.
Con Il poeta Dario Arpaio è tuttora in scena per la promozione del lavoro poetico di poesie scelte,”Come un Vecchio saltimbanco”in forma di reading musicale;e del suddetto LAMACCHIA.
In lavorazione per il 2019 “BE IT” uno spettacolo sulla Beat Generation con l’intervento amichevole del poeta Gianni Milano.
Accanito lettore e collezionista di libri da sempre scrive poesie prediligendo una forma ermetica dal verso libero, suoi temi cari: la natura, la nostalgia, il viaggio.
Damiano Osella
Damiano Osella
Possa ammalarmi
di te.
Trasalire a ieri,
quando gli dei odiamati
già sapevano di noi
Argonauti ignari,
sbalzati nella differita
del multiverso.
Possa ammalarmi
di te.
Quando nel tratto cieco,
sento riemergere il calco
della notte prima,
ed un fruscio,
ancora insonnolito di scapole
nella stanza attigua;
preannuncia lo svelare d’ali
nel senza fine manifesto.
(Damiano Osella)

new nike air max 2019

About Ivan Fassio

Ivan Fassio
Poeta, scrittore, curatore d'arte contemporanea.

C'è anche questo...

“La stanza segreta. Capolavori della figurazione contemporanea dalla Collezione Massimo Caggiano”

SGARBI CONTRO LA BIENNALE DI VENEZIA “LA VERA BIENNALE È LA STANZA SEGRETA A GUALDO …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi