sabato , 23 settembre 2017
Live!
Home / Video / Reportage / Mostre / Museo Egizio di Torino. Il nuovo allestimento

Museo Egizio di Torino. Il nuovo allestimento

Il Museo Egizio di Torino si presenta al pubblico in una veste completamente rinnovata dopo 5 anni di lavori ed un investimento di 50 milioni di euro

Museo Egizio
Museo Egizio
Cinque anni di lavori, un investimento di 50 milioni di euro, nemmeno un giorno di chiusura. Questi i numeri che hanno accompagnato l’inaugurazione del nuovo allestimento del Museo Egizio di Torino che, il primo aprile 2015, ha fatto il suo ingresso in società con l’obiettivo di attrarre un pubblico sempre maggiore offrendo una visita sempre più interessante e coinvolgente.
La nuova apertura cade strategicamente un mese prima dell’inizio di Expo 2015, un mese nel quale la rinnovata struttura potrà rodare la nuova veste e prepararsi per accogliere il pubblico che da tutto il mondo si riverserà a soli 40 minuti dal centro di Torino.
Il nuovo percorso museale poggia sul progetto scientifico del neodirettore Christian Greco che, a capo di un team di 8 curatori, ha sviluppato su 4 piani una storia lunga 3.700 anni, dal 4.000 al 700 a.c.
Ma soprattutto si tenta finalmente di dare risposta ad una domanda che i torinese fin da piccoli, ma anche tanti turisti, si sono posti: come mai esiste un museo egizio a Torino? E non solo un museo qualunque ma la seconda collezione del mondo dopo Il Cairo?
Reperti millenari e tecnologia avveniristica si incontrano nelle rinnovate sale di uno storico palazzo barocco. Il pubblico sarà giudice ma siamo sicuri che il verdetto sarà positivo e che la nuova struttura sia già pronta a battere il record di visitatori del 2014, 567.688 presenze.

Interviste a:
Christian Greco
Dario Franceschini
Sergio Chiamparino
Piero Fassino
Evelina Christillin
Aimaro Isola

About Valdemaro Brakus

Valdemaro Brakus
Direttore di Canale ARTE si occupa di giornalismo e scrittura dai tempi del liceo. Appassionato di video e fotografia realizza reportage sull'universo arte e su qualunque altra cosa gli piaccia. Fa anche l'attore quindi non è dato sapere se è uno, nessuno o centomila.

C'è anche questo...

Litografia a colori dal libro-spartito Le Sphinx, poema musicale di Georges Fragerolle con ombre e illustrazioni di Amédée Vignola, Enoch-Flammarion, Paris, 1896

Le Chat Noir. In mostra a Roma le lanterne magiche e i Teatri d’ombre della Parigi di fine ‘800

Ultimi giorni per lo storico Le Chat Noir a Villa Torlonia, con le sue immagini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi