lunedì , 18 giugno 2018
Home / Video / Reportage / Mostre / La mostra Eco e Narciso a Palazzo Barberini
Palazzo Barberini_ Sala del Trono_Ala Sud_foto Agostino Osio

La mostra Eco e Narciso a Palazzo Barberini

ROMA, Palazzo Barberini | Apertura delle nuove sale con la mostra “Eco e Narciso. Ritratto e autoritratto nelle collezioni del MAXXI e delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini” | 18 maggio – 28 ottobre 2018

Il 18 maggio 2018 si conclude una storia cominciata nel 1949, quando lo Stato italiano acquistò Palazzo Barberini per farne la sede della Galleria Nazionale di Arte Antica.

Il palazzo era a quel tempo in parte occupato dal Circolo Ufficiali delle Forze Armate e oggi, dopo circa settant’anni, si conclude la tortuosa vicenda che ha condizionato lo sviluppo  del museo fondato nel 1895 come pinacoteca nazionale.

Palazzo Barberini_ Sala del Trono_Ala Sud_foto Agostino Osio

Undici le nuove sale che si estendono su oltre 700 metri quadri di percorso espositivo, affacciate sui giardini del palazzo, alcune monumentali, come la Sala del Trono, altre inaspettatamente intime, come la Cappellina risalente al primo trentennio del Seicento.

Per celebrare questo evento le nuove sale, oltre al Salone Pietro da Cortona, alla Sala Ovale e alla Sala dei Paesaggi, saranno allestite con Eco e Narciso, la mostra prodotta dalle Gallerie Nazionali, con la collaborazione del MAXXI: un percorso che si snoda fra arte antica e arte contemporanea sul tema del ritratto e dell’autoritratto, con opere provenienti dalle collezioni dei due musei nazionali, nati a circa un secolo di distanza.

Guido Reni, attr.(Bologna 1575 – 1642) Beatrice Cenci olio su tela, cm 64,5 x 48 Roma, Gallerie Nazionali Barberini Corsini
Raffaello Sanzio (Urbino 1483 – Roma 1520) La Fornarina tavola, cm 87 x 63 Roma, Gallerie Nazionali Barberini Corsini, inv. 2333

Il Narciso di Caravaggio o per qualcuno di Spadarino – quesito attributivo che rende ancora più interessante questo dipinto incantevole – raffigurante il bellissimo giovane perso nella sua immagine specchiata, è l’opera guida della mostra.

Il ritratto rappresenta uno dei filoni più significativi della collezione delle Gallerie Nazionali ed è presentato in mostra attraverso una prospettiva diversa, non cronologica, al di là delle categorie storico-artistiche con le quali abitualmente si guardano e si studiano i dipinti del passato.

Caravaggio (Milano 1571 – Porto Ercole 1610) Narciso olio su tela , cm 113,3×94 Roma, Gallerie Nazionali Barberini Corsini

Le opere di Luigi Ontani e Pietro da Cortona, Raffaello e Richard Serra, Bronzino e Giulio Paolini, Piero di Cosimo e Kiki Smith raccontano i temi della temporalità, della rappresentazione del potere, dell’erotismo, dell’intimo e dell’esotico.

Il dialogo si svolgerà anche al MAXXI, dove saranno esposti La velata, scultura settecentesca di Antonio Corradini, insieme con VB74 di Vanessa Beecroft, 2014-2017, immagine della performance realizzata al MAXXI nel 2014 per la mostra Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945-1968, opera acquisita dal museo e esposta per la prima volta in questa occasione.

Stefano Arienti SBQR, netnude, gayscape, orsiitaliani, etc…, 2000 acrilico su poliestere bimattato, 8 disegni (6, cm 180 × 120; 2, cm 180 ×240)MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma Courtesy Fondazione MAXXI

Il confronto tra l’opera di Corradini e VB74realizzata coinvolgendo più di 20 donne vestite di veli, sarà protagonista al MAXXI, mercoledì 16 maggio di una conversazione tra l’artista e Bartolomeo Pietromarchi, Direttore del MAXXI Arte e co-curatore della mostra, in cui il tema del velo viene affrontato non solo come elemento scultoreo, ma come metafora politica, culturale, antropologica.

Insieme a questo, molte saranno le iniziative che accompagneranno la mostra, dalle conferenze, alle visite guidate, ai laboratori.

Kiki Smith. Large Dessert, 2004-2005 legno, porcellana, fiori freschi, cm 75 ×850 × 231 ca. MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma Courtesy Fondazione MAXXI

Eco e Narciso

Ritratto e autoritratto nelle collezioni del MAXXI e delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini

In occasione dell’apertura delle nuove sale e della loro restituzione al pubblico una mostra a cura di Flaminia Gennari Santori e Bartolomeo Pietromarchi

Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini

Inaugurazione mostra e apertura straordinaria: giovedì 17 maggio, ore 19.00 – 22.00 (ultimo ingresso ore 21.30)

Apertura mostra: 18 maggio – 28 ottobre 2018

Palazzo Barberini_Sala Ala Sud_foto Agostino Osio

INFORMAZIONI:

www.barberinicorsini.org www.maxxi.art

MOSTRA: Eco e Narciso. Ritratto e autoritratto nelle collezioni del MAXXI e delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini

CURATORI: Flaminia Gennari Santori e Bartolomeo Pietromarchi

SEDE: Roma, Palazzo Barberini, via delle Quattro Fontane, 13

PREVIEW STAMPA: mercoledì 16 maggio 2018, ore 11.00

INAUGURAZIONE MOSTRA E APERTURA STRAORDINARIA: giovedì 17 maggio 2018, ore 19.00 – 22.00 (ultimo ingresso 21..30)

APERTURA AL PUBBLICO: 18 maggio – 28 ottobre 2018

ORARI: martedì/domenica 8.30- 19.00. La biglietteria chiude alle 18.00

GIORNI DI CHIUSURA: lunedì

BIGLIETTO BARBERINI CORSINI: Intero 12 € – Ridotto 6 €

INFORMAZIONI: 06-4824184 | comunicazione@barberinicorsini.org

About Beatrice Pagliani

Beatrice Pagliani
Curiosa e dinamica, appassionata d'arte e fotografia, amante del cinema e dei viaggi.

C'è anche questo...

Una Tempesta dal Paradiso – GAM Milano

Ultima settimana per visitare la mostra Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi