mercoledì , 20 settembre 2017
Live!
Home / News / Il Pieno Vuoto di Lucio Pozzi. Una Lettura Critica

Il Pieno Vuoto di Lucio Pozzi. Una Lettura Critica

Lucio Pozzi, Ripple Group, 2014, particolare, Il Pieno Vuoto
Lucio Pozzi, Ripple Group, 2014, particolare, Il Pieno Vuoto

10 Ottobre – 21 Novembre, 2015
Il Pieno Vuoto di Lucio Pozzi
inaugurazione sabato 10 ottobre ORE 18:00
Pinta Art
Via Borgo degli Incrociati, 99 rosso
16137 Genova

Prosegue fino al 21 novembre 2015 la personale di Lucio Pozzi “Il Pieno Vuoto/The Empty Full” presso i nuovi spazi della Galleria Pinta a Genova in via Borgo degli Incrociati 99 rosso: a cura di Ivan Fassio, direzione artistica di Pintapiuma. Co-curatrice Emanuela Ruggieri. Il Pieno Vuoto: una riflessione sui rapporti tra tensione percettiva, linguaggio estetico e innovazione stilistica.

Lo spazio estetico è caratterizzato da un rapporto con l’alterità fondato da un lato sui sensi, dall’altro sul riconoscimento della rilevanza della componente logica o emozionale della relazione con ogni altro-da-sé. A giocare il loro ruolo preponderante nel nostro avvicinamento ad una pratica estetica saranno sia la modalità di conoscenza percettiva, sia l’approccio intellettuale e culturale alle cose: la conoscenza razionale. La prima rimanda a una concezione fisica, riferita alla percezione, più empirica ed ermeneutica. La definizione dell’Estetica vive sempre all’interno di questa affascinante ambivalenza: la dimensione della conoscenza è riferita ai sensi e, allo stesso tempo, alla possibilità di operare selezioni e formulare giudizi sugli avvenimenti e sulle cose in base alla reazione emotiva successiva alla percezione. Questa definizione, formulata cercando di recuperare le più autentiche ed originarie caratteristiche storiche ed etimologiche del termine, ci aiuta a chiarire come sia necessario non adottare soltanto un naturale e spontaneo criterio intuitivo, consistente nell’attendere una specie di improbabile folgorazione di fronte all’apparire di qualcosa – la dimensione dell’alterità -. Si tratta, piuttosto, di entrare attivamente, a nostra volta, nella costruzione delle rappresentazioni e degli orizzonti di senso, partecipando con consapevolezza al continuo consolidarsi, distruggersi e ridefinirsi di tutti i paradigmi – compreso quello riferito alla categoria del bello – attraverso i quali il sentire – con i sensi e con la sensibilità – diviene scambio, commento, discorso e, finalmente, cultura. Da questo punto di vista, l’estetica offre un significativo sostegno teoretico e una potente sponda metodologica alla pedagogia ed alla creatività, poiché la dimensione emotiva ed affettiva dei processi di formazione e di apprendimento è inevitabilmente rilevante: la cifra esperienziale a dimensione estetica è “costruire e costruirsi”.

Lucio Pozzi: http://www.luciopozzi.com/
Il Pieno Vuoto – Galleria PINTA
8 Aphorisms: http://www.luciopozzi.com/8Aphorisms.pdf

About Ivan Fassio

C'è anche questo...

Sogno di Elisa Filomena per Aperta Parentesi, a cura di Ivan Fassio

Aperta Parentesi. Mostra Collettiva

Stasera, venerdì 15 settembre 2017 a partire dalle ore 19 presso Spazio Parenesi in via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi