https://www.youtube.com/watch?v=3Np_sjGAunc&list=PLxKkqxG-Dw_woB9GcvLPcTNtpb-abl3XM
giovedì , 23 novembre 2017
Live!
Home / News / Ezio Gribaudo. Lumière Blanche

Ezio Gribaudo. Lumière Blanche

Ezio Gribaudo, Lumière Blanche, courtesy Paola Gribaudo and ARTHOUSE 21
Ezio Gribaudo, Lumière Blanche, courtesy Paola Gribaudo and ARTHOUSE 21

Ezio Gribaudo, Lumière Blanche, dal 23 aprile al 31 maggio 2014, Monaco, ARTHOUSE, a cura di Paola Gribaudo

Canale Arte propone un approfondimento sulla mostra Lumière Blanche di Ezio Gribaudo presso la nuova Galleria ARTHOUSE 21 di Vasily Klyukin a Monaco.

Vasily Klyukin ha inaugurato lo scorso 23 Aprile la Galleria ARTHOUSE a Monaco con un’esposizione personale di Ezio Gribaudo. In mostra, le ultime opere “bianco su bianco”, accompagnate dalla lettera in cui Giorgio De Chirico celebrava la leucofilia di Ezio Gribaudo, accostandola idealmente alla melanofilia di Tintoretto. Con i suoi logogrifi, nel 1966, Ezio Gribaudo vinceva il premio per la grafica alla Biennale di Venezia. Nell’occasione, Pierre Restany scriveva a proposito di questi lavori: “Il mondo di Ezio Gribaudo è il mondo della tipografia, dell’impressone, dell’edizione. Le matrici, i piombi, i clichés della fotoincisione si sono imposti a lui nella loro piena virtualità espressiva, come una fonte inesauribile di immagini poetiche e nuove… Ezio Gribaudo ha saputo ritrovare l’essenza di tutti i miti”.

Porre sulla tela le coordinate di un accecamento è azione scenica di grande coraggio. Un nuovo alfabeto potrebbe nascere e proliferare da questa geografia, fino ad amalgamarsi in drammaturgie sensibili, liberate dalle catene del pretesto letterario.
Il palco è, in questo caso, lo spazio di un quadro. Attori sono lettere e simboli, carte e disegni, algidi paesaggi: il loro destino non è la recitazione, ma il rilievo. La capacità di comunicare sta nella fisicità che il regista ha voluto donare loro, mettendoli – letteralmente – in scena, facendoli indugiare e fluttuare a filo della ribalta. Le prove sono state svolte in silenzio, nella penombra, dirette dalla mano dell’artista: unica testimonianza tattile della nascita dello spettacolo. La scenografia esige il bianco, il negativo degli occhi chiusi e della cecità. L’illuminazione colpisce in modo uniforme l’intera rappresentazione ed è intensa, abbagliante, perturbante. La vista debutta, come travagliato personaggio, proprio a teatro, luogo che da lei prende il nome. Gli spettatori vedono, in cruda luce, ciò che dovrebbero sentire sui polpastrelli e, allo stesso tempo, si concedono alla consistenza della visione. Nuove immagini sono create per loro, emerse dalla memoria dell’artista, arbitrarie e inquiete. Questi segni simulano la struttura della percezione, recitano la parte degli organi in un’anatomia della sensazione: i rami riversano linfa sulle foglie dei sensi, un drappeggio di carte scivola dalla scrivania, un giardino si risveglia nella magia di una nevicata.

Ezio Gribaudo
Lumière Blanche
a cura di Paola Gribaudo
ARTHOUSE 21
Fino al 31 magggio 2014
Rue de Portier
98000 Monaco
http://www.eziogribaudo.com/

About Ivan Fassio

Ivan Fassio
Poeta, scrittore, curatore d'arte contemporanea.

C'è anche questo...

Back To The Future – Intervista a Corrado Levi

Sezione Back to the Future – Artissima 2017 – Intervista a Corrado Levi Servizio a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi