mercoledì , 21 novembre 2018
Home / Video / Aste / Design Italiano: un’asta e un convegno alla Sant’Agostino Casa d’Aste
Gio Ponti, raro como in radica di noce primi anni 50

Design Italiano: un’asta e un convegno alla Sant’Agostino Casa d’Aste

Si preannuncia un grande successo la 147^ Asta di Sant’Agostino Case d’Aste dedicata al Design, che avrà luogo il 22 e 23 ottobre 2018 alle ore 16 in corso Alessandro Tassoni 56 a Torino.

Gio Ponti , raro comò in radica di noce, primi anni ’50

In occasione dell’asta, sempre presso la sede di Corso Tassoni, martedì 16 ottobre dalle ore 17 avrà luogo il convegno “Design italiano: ieri, oggi e domani”, che rientra nel programma di “Torino Design of the City 2018”. L’idea di abbinare un convegno all’appuntamento dell’asta vuole offrire una concreta opportunità di un approfondimento e di confronto con storici, architetti e galleristi, un momento aperto a tutti gli appassionati e a coloro che si accostano per la prima volta a questo particolare settore. Uno strumento in più per meglio comprendere movimenti, unicità, rivoluzioni e innovazione di stile nell’ultimo secolo di design italiano (con qualche incursione all’estero), attraverso l’analisi di esempi significativi e illuminanti.

Gio Ponti, Rara parete attrezzata a portariviste in radica di noce. Primi anni ’50

 

Il convegno, moderato dallo storico del design Professore Vanni Vasca, sarà articolato in tre momenti “temporali “del design, ieri oggi e domani. Nel modulo intitolato “Ieri”, grazie agli interventi dei professori Mauro Pratesi e Giorgio De Ferrari, si analizzerà la produzione di due tra i massimi designer italiani del Novecento: Gio Ponti e Carlo Mollino. ‘”Oggi” è dedicato a due designer torinesi, vincitori di diverse edizioni del Compasso d’Oro: Davide e Gabriele Adriano. Il professore Enrico Morteo, curatore della Collezione storica del Compasso d’Oro, ripercorrerà la storia e l’evoluzione del gusto che hanno reso celebre questo prestigioso premio. Nella sezione “Domani” la gallerista Rossella Colombari illustrerà una panoramica delle ultime avanguardie del design contemporaneo.

Gio Ponti, Piatto “Domus Amoris” Richard Ginori Pittoria di Doccia., 1925 1925

 

Tra i pezzi imperdibili della 147^ Asta del Design si segnalano alcuni arredi ed oggetti di Gio Ponti, in particolare un rarissimo comò in radica con le maniglie costituite da fasce rettangolari sporgenti e una parete attrezzata a portariviste a completamento della camera da letto, proveniente da un’importanza residenza romana. Sempre di produzione dell’architetto milanese saranno presentate alcune scrivanie disegnate per la Banca Nazionale del Lavoro, una coppa, un piatto “Domus Amoris” e un servizio da tè marcati Richard Ginori. Ettore Sottsass, uno tra i maggiori esponenti del design italiano, è rappresentato con alcuni oggetti in vetro firmati Memphis e due centrotavola in argento corredati dal certificato di garanzia prodotti ancora per Memphis.

Ettore Sottsass,Sol, Portafrutta in vetro soffiato. Firmato Memphis Milano by Toso Vetri d’Arte Anni ’80

Spicca una piccola collezione di teiere prodotte da Alessio Sarri e un’importante specchiera con particolari in ottone prodotta da Sant’Ambrogio De Berti negli anni ’50. Di  Carlo Mollino due rare poltrone realizzate per l’Auditorium Rai di Torino. Di Osvaldo Borsani, oltre all’attaccapanni “AT16” e una coppia di poltrone “Canada” entrambi prodotti dalla Tecno, si segnala per particolare fascino una panchetta da ingresso con un particolare schienale con bordo ondulato disegnata per Casa Colombo nel 1940.

Osvaldo Borsani, panchetta da ingresso, 1940

Oltre alla Tecno sono rappresentate tutte le maggiori case produttrici italiane tra cui  Fontana Arte con lampade da tavolo, cornici portafotografie, specchiere e lampadari di cui alcuni disegnati da Max Ingrand; Arredoluce con una lampada da terra modello “Luminator” ideata da Angelo Lelii. Sul fronte del design internazionale si segnalano un divano e due poltrone di Martin Grierson prodotti da Arflex negli anni ’60, le “Banana Chairs” di Tom Dixon e il tavolo modello “Brasil” prodotto da Memphis nel 1981.

Guido Drocco Franco Mello, Cactus in poliuretano espanso, Gufram 1972

Per info

147^ asta Sant’Agostino dedicata al Design,  22 e 23 ottobre 2018

DAL 1969 CASA D’ASTE E GALLERIA D’ARTE Sant’Agostino Casa d’Aste

 

About Paola Stroppiana

Paola Stroppiana
Paola Stroppiana (Torino, 1974) è storica dell’arte, curatrice d’arte indipendente e organizzatrice di eventi. Si è laureata con lode in Storia dell’Arte Medioevale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino, città dove ha gestito per più di dieci anni una galleria d'arte contemporanea. Collabora con diverse testate per cui scrive di arte e cultura. Si interessa a nuovi percorsi d’indagine come il gioiello d’artista e le ultime tendenze del collezionismo contemporaneo, argomenti sui quali ha tenuto conferenze presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Il Museo Civico di Arte Antica e la Pinacoteca Agnelli di Torino, il Politecnico di Milano.

C'è anche questo...

“Stessa spiaggia, stesso mare” di Cristiano Carotti

Il pedalò armato dei populisti e la nuova mitologia della paura: “Stessa spiaggia, stesso mare”, la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Supporta Canale Arte!
Seguici sui nostri Social Network o attendi 10 secondi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni (privacy policy)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi